+39 331.7269066

Puglia

Puglia 365

E’ femmina davvero in cui si esiste, si resiste e ci si può far male. Seduce e fa sudare nuda e distesa sul fianco con il volto nascosto a metà.

Leggi tutto

Che colori di pancia!

La luna si cuoce per metà nell’oro di Puglia e attrae maschi e femmine. Come per magia giunge a tavola tra le tante altre metà.

Leggi tutto

L’inquilino

Ostuni non è soltanto città emblematicamente bianca, ma uno dei fogli bianchi già tratteggiato di fantasia infantile.

Leggi tutto

Da Misciagni a Mesagne

E lavoro proprio sulle frasi nuove e potenti, come nuova, potente e leggera è oggi Mesagne. Leggera come un pallone pieno di elio e libera da palle al piede.

Leggi tutto

La Zona Cesarini

E’ il porto salvo dalla tramontana, anche per quei tanti altri migranti di un solo giorno, delle poche ore, che da est, come vele issate e gonfie di raffiche, raggiungono l’ovest.

Leggi tutto

Se la cupeta

E’ preparato in Salento con mandorle, zucchero e miele, un dolce lungamente diffuso sulle coste dell’Italia meridionale e così in Puglia.

Leggi tutto

Rami di marmo

A volte robusti e fertili e con le braccia fasciate, altre volte migranti, e poi monumenti giganti con la scorza dura come la roccia, anche operai bianchi di polvere di marmo.

Leggi tutto

sTRANIera

La ciliegia è un cuore e spesso è tonda, è rossa, polposa, dolce e acidula. E’ un accessorio giocoso sulle orecchie e il suo stesso ventre legnoso è diversamente fertile, lo è nella tradizione di un seme, lo è al passo di un creativo artigiano che ne fa bracciali e collane.

Leggi tutto

Sud

“Un territorio, la sua storia e gli abitanti. Può essere facile raccontare l’aspetto e la tradizione di una terra e la capacità di far esplodere emozioni, è sempre arduo parlare dell’uomo.

Leggi tutto

Tinte fredde

Una canzone invita a ballare ironicamente in Puglia, dal suo nord al suo sud, regione anche di vulcani e non soltanto di praterie di terra e di mare. Perché non è il Salento, né lu sule o lu mare e nemmeno lu ientu.

Leggi tutto