sTRANIera

La ciliegia è un cuore e spesso è tonda, è rossa, polposa, dolce e acidula. E’ un accessorio giocoso sulle orecchie e il suo stesso ventre legnoso è diversamente fertile, lo è nella tradizione di un seme, lo è al passo di un creativo artigiano che ne fa bracciali e collane.

Il greco e i dialetti di mezza Europa, dall’Italia alla Francia, dalla penisola iberica all’Inghilterra, la riconoscono come cerasa, un frutto cosmico, non solo in linguistica, ma cittadino del mondo, ricco di spirito e a suo agio quando bagnato da un mare di alcool.

pugliaround_straniera-10

Cosmopolita e un po’ straniero come Trani, città fuori dagli schemi tradizionali delle località  pugliesi per antonomasia. Straniera anch’essa, perché ha tante forme slanciate e stirate su cui cammina gente di ogni dove, affluente dell’Adriatico ormeggiato alle barche per una stagione, alta anche questa e più lunga rispetto al costume regionale.

pugliaround_straniera-1

Città baricentrica della Puglia, non soltanto per la vicinanza al capoluogo di regione, bensì collante, quasi neutrale, che raccoglie un concentrato di sfumature che animano questa porzione di terra italiana.

pugliaround_straniera-5

L’eleganza più sobria di tutto ciò che si lega alla pietra, lungo le strade strette fino alle piazze di aria che danno respiro al mare. Gli scacchi  d’architettura militare e religiosa, ossia il castello re e la cattedrale regina, sono le bitte dove il mare attracca e sbriciola muri con la forza della corrente del buon senso.

pugliaround_straniera-8

pugliaround_straniera-9

Equilibrio tra le mani di Giudecca e Moscato attratti in una rete aperta.

pugliaround_straniera-2

 

Lascia un Commento

Your email address will not be published. All fields are required.