A chi ha naso e gli occhi belli e a chi non li ha

“Tu vali, ciò che hai scritto è troppo, sotto tutti i punti di vista. 

Sei intellettualmente libero e questo può spaventare. Conviene non darti spazio.”

La discrepanza fra la critica e il pubblico è pari ai vostri complimenti ricevuti all’annuncio dell’uscita del libro e al seguito. Pensavate avessi scritto di pane e focaccia? Ecco perché non mi piacciono gli auguri virtuali in nessuna occasione e perciò non li faccio. Se vi pretendo è perché abitiamo vicini.

Lascia un Commento

Your email address will not be published. All fields are required.