+39 331.7269066

Carovigno

Oh, che bel castello!

“Principessa senza principe con la scarpetta rossa in mano forte come una goccia di mare; principessa senza principe…”

Leggi tutto

Goccia di mare

Restituita Claudia Cardinale al suo paese, Francesco Laveneziana si rintana nel chiostro del municipio di Carovigno.

Leggi tutto

L’appello

Dalla scuola materna fino al rione Terra ci sono un paio di decenni, Eracle li percorre, da grande vuole fare il glottologo.

Leggi tutto

Gli spietati

Francesco Laveneziana non gioca più con le pistole, né mai è stato il bullo che si pensava diventasse, un combattente inquieto si.

Leggi tutto

Bellofatto

“Ciao campione, com’è andata a scuola?” “Male”, risponde elettrizzato dal gioco e dalla presa in Giro di cui siamo complici.

Leggi tutto

Rami di marmo

A volte robusti e fertili e con le braccia fasciate, altre volte migranti, e poi monumenti giganti con la scorza dura come la roccia, anche operai bianchi di polvere di marmo.

Leggi tutto

Marina si sposa a Carovigno

Marina si fa bella e vive come le altre durante le sue attese, quando non ride balla con tutti i suoi pensieri nella mischia di fastidi e piaceri.

Leggi tutto

Le nuove cose

Le nuove cose sono salti oltre il cerchio disegnato della periferia, raggiungibili attraverso scale, ponti, terra e acqua.

Leggi tutto

Il giardino dei ferrovieri d’inverno

Tatam, tatam, corrono sulla ripetitività di questo suono le visioni e i ricordi, le idee e le riflessioni dei ferrovieri seduti nei vagoni. Tante immagini pensate nell’istante in cui il treno attraversa la stazione di Carovigno e qui scese.

Leggi tutto

Li Capituescti

Caputoscta è chi vive anche quando fulminato e le cui radici percorrono un risorgimento al contrario, si disuniscono vestendo tutte le forme che gli sono state accanto, che l’hanno attraversato, fulminate anch’esse trattengono incollato lo stesso spirito del padre.

Leggi tutto