+39 331.7269066

Bellofatto il tour… tra briganti, abitanti e bristoranti

Carovigno (BR) (0)
a persona  1
  • Tutta Un'Altra Storia
  • Groups allowed
  • Tour guides


Descrizione

Il percorso urbano turistico e teatrale tra piazza ‘Nzegna e il rione Terra di Carovigno.

E’ la rappresentazione fantastica dei fenomeni sociali, umani e gastronomici, caratterizzanti distanti periodi di vita del paese, che contribuisce alla consapevolezza del patrimonio a cui si appartiene.
Giovanissime guide, attraverso una “coppula” colorata e altri simboli, già consapevoli di essere nel contempo cittadini e turisti della propria città, si fanno interpreti del loro presente e conducono i turisti residenti e quelli temporanei dentro, fuori e di nuovo dentro la parte più antica del paese, coinvolgendoli in un gioco fantastico che si serve dei nomi di ottocenteschi personaggi locali per raccontare le criticità d’oggigiorno. Lungo il circuito si scopre, innanzi tutto, la bellezza di vedere e legare in modo teatrale gli ultimi 150 anni del paese che, stretti come gli ingredienti di una polpetta, creano il nuovo mito. Il mito è il Noi in cui c’è una parte del brigante Bellofatto, una del Nenna Nenna, un’altra di Francesco Laveneziana insieme a quella adolescenziale e immaginata del loro coevo concittadino e poi deputato avanguardista dei diritti delle donne Salvatore Morelli. Altro protagonista storico ma gastronomico è la polpetta, infatti, il tour si conclude presso il bristorante, ovvero “Il Vicolo bistrot” dove son preparate per essere servite in cartoccio le polpette di Bellofatto (carne) e quelle di Nenna Nenna (pane) e di Laveneziana (melanzana).

Orionzo Braco 


Programma

dal 01 Gennaio al 31 Dicembre
Lunedì Aperto
Martedì Aperto
Mercoledì Aperto
Giovedì Aperto
Venerdì Aperto
Sabato Aperto
Domenica Aperto

Inizio: 10:30 p.m.

Fine: 12:30 p.m.

  • Punto d’incontro nell'atrio del castello Dentice di Frasso, da qui il via alla visita guidata che si conclude ne Il Vicolo bistrot per mangiare la polpetta di Bellofatto, quella di Nennanenna e di Laveneziana, rigorosamente in cartoccio.