Passalacqua

«Passalà so  arrevete ‘e cozze, vero?». «E cè ié, a fine parle pure con le e!», gli risponde la borraccia con le mani ai fianchi.

«Che vuoi dire?» altra domanda straordinaria di Mangiamaccheroni.

«Dico che ti sei accorto di non essere solo, che ci sono pure le e mute, che ognuno è ospite di qualcun altro. Il tuo linguaggio è la dimostrazione di voler sapere, comprendere ed entrare nello stato d’animo d’altri, di volersi dare. Si chiama empatia e mi piace pensare tu senta finalmente tue le risorse altrui».

In libreria, negli store online, dalla home e su www.lesflaneursedizioni.it/product/bellofatto/

Lascia un Commento

Your email address will not be published. All fields are required.