+39 331.7269066

S.S.7Arti

72022 Latiano BR, Italia (0)
a persona  1
  • Musei di arte di cibo
  • Groups allowed
  • Tour guides


Descrizione

S.S.7 è la Via Desiderata allargata, allungata, è il percorso condiviso che aggrega e accorcia le distanze tra i luoghi.

E’ la strada statale a scorrimento veloce che collega Taranto con Brindisi, ponte tra il mare Jonio e l’Adriatico e tra questi le città di Grottaglie, Francavilla Fontana, Latiano e Mesagne che, legate da una corda fatta ad arte, in fila indiana si affacciano sulla superstrada. Quattro soste, in media una ogni 10 km. A Grottaglie per osservare e sperimentare come le mani disegnano l’argilla al tornio, formando anfore e capasoni, piatti e complementi d’arredo in ceramica, creati ed esposti in grotte negozi simili a conchiglie. A Francavilla Fontana altri vasi di terracotta messapici esposti al MAFF, il nuovo museo archeologico, sito nel Castello Imperiali, dove si raccolgono i reperti di Muro Tenente, diventano contenitori ideali di manufatti d’amore e di zucchero, le mandorle ricce. Latiano è il polo dei desideri, dove un vico s’è fatto grande, è diventato Via, proprio come la S.S.7, dove uno accanto all’altro si espongono gli edifici museali. Un vero e proprio polo che, da Palazzo Imperiali con la ricca biblioteca e pinacoteca al museo del sottosuolo e a quello delle arti e tradizioni di Puglia per finire al museo Ribezzi Petrosillo, testimonia lo sviluppo intrapreso dalle piccole città, quello più sostenibile nel nome dell’arte. Latiano e Mesagne sono unite dalla loro stessa terra, quella di Muro Tenente, il parco archeologico messapico dove è stata ricostruita sulle fondamenta originarie una casa del IV-III sec. A.C. Agli scavi partecipano anche archeologi dell’università di Amsterdam e poi scolari e studenti italiani che intervengono con attività didattiche in occasione di progetti scolastici o più semplicemente gite d’istruzione. Chiese e castelli, palazzi e campagna; ma il coraggio e il riscatto sociale non possono essere esempi immateriali di nuovi attrattori turistici? Mesagne è bella e libera da quella cappa che ha soffocato a lungo il suo talento, chi le è vicino sente la nuova allegria attraverso la voglia di colori e li vede lungo un percorso fuoripista legalizzato, quello che da Masseria Canali conduce alla cantina Hyso Telaray, beni rigenerati dopo la confisca alla mafia. Luoghi magici dove mettere alla prova l’empatia di ciascuno e semmai scoprirsi filantropi riempiendo la città dei tanti passi persi in passato.

S.S.7


Programma

dal 01 Gennaio al 31 Dicembre
Lunedì Aperto
Martedì Aperto
Mercoledì Aperto
Giovedì Aperto
Venerdì Aperto
Sabato Aperto
Domenica Aperto

"Vedi immagini di altri viaggi, storie di generazioni con i volti da rifare"

Il Giro guidato, flessibile nella sequenza dei luoghi da visitare, prevede una prima tappa al quartiere delle ceramiche di Grottaglie, in laboratorio si assiste e ci si misura nella lavorazione dell'argilla al tornio, si illustra il processo di trasformazione in prodotto finito, segue la visita nello show room e al museo della ceramica presso il castello Episcopio; a Francavilla Fontana si visita il più vecchio laboratorio artigianale della mandorla riccia e il MAFF, il nuovo museo archeologico; visita al polo museale di Latiano e al parco archeologico di Muro Tenente; dal vigneto alla cantina per conoscere il processo di trasformazione dell'uva in vino nel nome di Hyso Teleray e a Mesagne per un giro tra le vie del centro storico con visita al museo Granafei.

Tour di un'intera giornata con pausa pranzo.

N.B.: Il tour con guida, anche in lingua estera, può disegnarsi secondo richiesta e con quotazioni variabili a seconda se per individuali, gruppi o studenti. Ragion per cui la tariffa di € 1 è simbolica.