Terre promesse

Come se clandestino, immigrato irregolare sull’isola, ho chiesto il permesso di accedere al “castello” ad altro intruso, con i piedi nella bocca di mare, a pesca a Punta Meliso.

Leggi tutto

Rami di marmo

A volte robusti e fertili e con le braccia fasciate, altre volte migranti, e poi monumenti giganti con la scorza dura come la roccia, anche operai bianchi di polvere di marmo.

Leggi tutto

La tiella

Locorotondo di una sera è il tegame di case dipinte di riso coperte da chiancharelle colorate come patate croccanti e con finestre buie e aperte che si affacciano come le cozze.

Leggi tutto

Oh di Otranto

Il mare di Otranto sono lastre trasparenti di vetro verde, un elemento che non si agita con la mano, attratti dalla sua robustezza la tentazione è di stringerlo tra i polpastrelli.

Leggi tutto

Marina si sposa a Carovigno

Marina si fa bella e vive come le altre durante le sue attese, quando non ride balla con tutti i suoi pensieri nella mischia di fastidi e piaceri.

Leggi tutto

Corsetti addosso

Ci vogliono occhi grandi per contenere una gran quantità di coriandoli incisi di pensieri, risate, lacrime, orgoglio, essenza incastrata nelle vene dei percorsi della comunità.

Leggi tutto

La lenza di Leuca

Lancia la lenza da Punta Meliso, lunga e invisibile prima nell’aria e poi sull’acqua, quando la traiettoria disegna un arco in un baleno.

Leggi tutto

Le nuove cose

Le nuove cose sono salti oltre il cerchio disegnato della periferia, raggiungibili attraverso scale, ponti, terra e acqua. La novità è spesso creazione e creatura …

Leggi tutto

L’erv jè d’tutt

Sono trascorse da poco le 4 del pomeriggio e dopo aver atteso l’apertura della Cappella del Pozzo, dopo i miei, sento altri passi scendere, attraverso la scala a chiocciola, giù nel mio buio ignorante, verso quella sacra profondità che sgorga dai rubinetti.

Leggi tutto

Cadillac

Vieni a fare un giro con la cadillac, le rose sono accese anche di giorno e fioriscono sulla pietra leccese più tenera e calda.

Leggi tutto