Il patrono inglese

E’ dura la vita di un santo in città! In una metropoli con 9.000.000 di abitanti quanti saranno i santi da festeggiare, almeno da ricordare?

Leggi tutto

La finestra del principe

Tanti i segni nella casa, anche quelli di una esistenza femminile, ma tutto sembra legarsi alla presenza di un uomo e solo a questi appartenere.

Leggi tutto

La Zona Cesarini

E’ il porto salvo dalla tramontana, anche per quei tanti altri migranti di un solo giorno, delle poche ore, che da est, come vele issate e gonfie di raffiche, raggiungono l’ovest.

Leggi tutto

Nei paesi di Marco e Michele

E’ il viaggio in Gargano lungo percorsi di mandorle, pavimentati con caramello per la migliore aderenza del viaggiatore ai paesi raggiunti, altrimenti le ali.

Leggi tutto

Se la cupeta

E’ preparato in Salento con mandorle, zucchero e miele, un dolce lungamente diffuso sulle coste dell’Italia meridionale e così in Puglia.

Leggi tutto

Il capitano di Castro

Il mare segue la rotta tracciata dal vento, il mare di Castro è capitano, traghetto e rete, avvicina al porto salentino orientale le cime balcaniche più occidentali.

Leggi tutto

Corso Roma N. 2

Corso Roma è lo stelo di un fiore cresciuto in salinità tra il versante di ponente e quello di levante nella città di Gallipoli.

Leggi tutto

Terre promesse

Come se clandestino, immigrato irregolare sull’isola, ho chiesto il permesso di accedere al “castello” ad altro intruso, con i piedi nella bocca di mare, a pesca a Punta Meliso.

Leggi tutto

Rami di marmo

A volte robusti e fertili e con le braccia fasciate, altre volte migranti, e poi monumenti giganti con la scorza dura come la roccia, anche operai bianchi di polvere di marmo.

Leggi tutto

La tiella

Locorotondo di una sera è il tegame di case dipinte di riso coperte da chiancharelle colorate come patate croccanti e con finestre buie e aperte che si affacciano come le cozze.

Leggi tutto